Sabato 9 Luglio 2016 abbiamo assistito a Castel Sant’Angelo in Roma alla proiezione in prima assoluta del Lungometraggio “IL VIAGGIATORE E L’IMPERATORE”.

LIBERAMENTE ISPIRATO AL ROMANZO DI ITALO CALVINO “LE CITTÀ INVISIBILI”

Da un’idea di Dario Pontuale. Regia di Luca Scaramuzzo. Musiche di Luca Mazzillo.

Una sorta di riscrittura del Milione di Marco Polo in cui è lo stesso mercante veneziano a descrivere a Kublai Khan le città del suo impero. A differenza del romanzo, dove molteplici sono le città descritte da Marco Polo, il video è girato esclusivamente a Roma in luoghi più o meno “invisibili” dove attori/lettori, scelti tra il quarto e quinto anno delle scuole superiori, leggono gli estratti dall’opera di Calvino delle città a loro più care.

Otto luoghi romani -tra cui un parco pubblico, una libreria e una spiaggia- diventano in piccolo le loro città invisibili in quanto loro stessi, agli occhi dei passanti o dell’obiettivo della telecamera, risultano trasparenti. Il film è una sorta di staffetta tra nove lettori che interpretano Marco Polo, una voce femminile fuori campo a raccordare le varie storie e, ovviamente, la presenza vocale, dapprima vigile e dubbiosa e poi attratta dai racconti di Marco Polo, dell’imperatore Kublai Khan.